INDICE

  DA NON PERDERE    

  CERCA    

  ELENCO DEI PAESI    

  E-MAIL    
  
 
 Lazioturismo



    Archeologia Romana e/o Protolaziale    


 

ANFITEATRO di SUTRI   - Sutri


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : anfiteatri / mausolei / templi / portici

Antico anfiteatro, unico nel suo genere in quanto non possiede pareti esterne essendo stato ricavato interamente all'interno di uno sperone tufaceo. Rimasto nascosto per secoli dentro la collina da cui era ricavato, fu riportato alla luce solo a metà ottocento dai proprietari del fondo sovrastante. <br> Si trova immediatamente a valle della storica cittadina medioevale di Sutri ed è abbastanza ben conservato; al suo interno si riconosce la tipica struttura del luogo di spettacolo, con tre ordini di gradinate...continua

ARCHI di SAN LIDANO   - Sezze


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : antiche vie / ponti / porti

I c.d. Archi di San Lidano sono i resti di un grande ponte romano e si ergono isolati sul piano della campagna pontina (presso Sezze Scalo). <br>Fa un certo effetto constatare che il terreno qui è perfettamente in piano e non esiste alcun corso d'acqua da scavalcare. Il fiume che sottopassava il ponte fu infatti prosciugato negli anni trenta a seguito delle opere di regolazione delle Acque Alte delle Paludi Pontine. L'antico ponte, interamente in opus quadrata, era al servizio di una strada abbastanza importante che collegava la Via Appia a Setia ( Sezze)...continua

ARCO di MALBORGHETTO   - Sacrofano


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : anfiteatri / mausolei / templi / portici

Lo strano casone in mattoni rossi che si erge poco prima del km 20 della moderna Via Flaminia, nella campagna di Sacrofano, nasconde una testimonianza importante per la storia dell'architettura antica ma soprattutto per la fede cristiana. Osservando bene si scopre che il casone racchiude un arco quadrifronte in laterizio.<br> Infatti questa anonima costruzione ha inglobato l'Arco Commemorativo eretto nel 315 in onore di Costantino sul luogo in cui egli sarebbe stato accampato prima della battaglia di Ponte Milvio, ricevendo il suggerimento divino di apporre la croce sugli scudi dei soldati (segno che gliavrebbe assicurato la vittoria su Massenzio))...continua

CASTRUM INUI   - Ardea


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : abitati / città

Anche se poco nota, molti studiosi definiscono quest'area come la più significativa scoperta dell' Archeologia Laziale dell'ultimo decennio. Il sito, seppellito per secoli nelle provvidenziali dune marine, è stato miracolosamente salvato dall'espansione residenzial-balneare che ha contraddistinto il litorale a Sud di Roma negli anni recenti. Qui si conservano i resti di un abitato romano sovrapposto ad un insediamento latino, dedicato al dio Inuo - sorto presso il fiume Incastro (emissario del Lago di Nemi) - in cui si evidenziano testimonianze, anche arcaiche, legate alla tradizione di Enea, tali da mettere in dubbio quanto si era finora attribuito in via esclusiva alla vicina Lavinium...continua

CATACOMBA AD DECIMUM   - Grottaferrata


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : catacombe / necropoli

L'attuale Via Anagnina, che sale da Roma verso i Colli Albani, ricalca il X miglio della strada antica poco prima di Grottaferrata (graziosa cittadina dei Castelli Romani), nel punto in cui - biforcandosi attorno ad una collina - diventa a senso unico. Appena passata la biforcazione, sulla sinistra della strada si scorge un cancelletto con un piccolo viale ornato da cipressi che porta ad una casupola: è questo l’ingresso di una delle poche catacombe romano-cristiane fuori del territorio della Capitale. <br>Non è una grande necropoli, ma presenta grande interesse per la sua sostanziale integrità (perché rimasta nascosta per quasi quindici secoli) e per il gran numero di iscrizioni in latino e greco che si conservano nel loro stato originario..continua

CITTA' di AQUINUM (resti)   - Aquino


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : abitati / città

Occorre cercarli nelle campagne di Castrocielo e di Aquino i resti della prospera città romana di Aquinum (famosa per le porpore e per aver dato i natali, tra gli altri, a Giovenale). Con l'ausilio di qualche indicazione e del nostro intuito, scoveremo monumenti importanti e significativi in una zona oggetto ancora oggi di campagne di ricerca e scavo. <br>Si consiglia di raggiungere subito la zona della romanica Chiesa della Libera, ai cui lati (e lungo la provinciale) è comunque facilmente visibile qualche bel monumento. Reperti dell'antica Aquinum si trovano al Museo Archeologico di Aquino..continua

CITTA' di CASINUM (CASSINO ROMANA- resti)   - Cassino


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : abitati / città

Viene a tutti di chiedersi come questi grandi monumenti della Casinum romana siano sopravvissuti all'inferno che qui si scatenò nel 1944 e che in pochi minuti polverizzò la grandiosa sovrastante Abbazia. <br>Il Parco Archeologico di Casinum si trova presso la strada per Montecassino e giornalmente passa praticamente inosservato alle mille comitive di turisti e pellegrini diretti al Santuario o ai vicini Cimiteri di guerra. A Casinum restano imponenti rovine dell' Anfiteatro e del Teatro, un Mausoleo, resti di vie, ma non sono evidenti le tracce del tessuto civile urbano. Sull'area è presente un interessante Museo Archeologico...continua

CITTA' di FALERII NOVI (resti)   - Fabrica di Roma


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : abitati / città

La magnifica e intatta cerchia muraria - dal colore giallo rossiccio - di questa città, isolata nella campagna di Fabrica di Roma, appare all'improvviso percorrendo il sentiero alberato che conduce alla bella Porta Giove. Falerii Novi fu fondata ad iniziativa dei Romani per concentrarvi i profughi della città falisca di Falerii (Civita Castellana) - detta Veteres - che essi avevano appena espugnato. <br> La cerchia muraria, di circa 2 km, è quasi intatta e racchiude una chiesa romanica e i pochi resti urbani romani finora portati alla luce...continua

CITTA' di FERENTUM (resti)   - Viterbo


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : abitati / città

Eleganti e ordinate, così molti definivano le rovine di Ferentum, come ben costruita e prospera fu questa città romana. L'area archeologica - che, per la verità oggi si presenta non molto curata - si trova verso il confine Nord del Comune di Viterbo. <br>L'area archeologica racchiude, lungo una struttura viaria rappresentativa della intessitura urbana tipica delle città romane, resti di importanti monumenti pubblici, in particolare di un grande Teatro...continua

CITTA' di FORUM NOVUM (resti)   - Torri in Sabina


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : abitati / città

Era una delle città-mercato più importanti, vivaci e chiassose dell'antichità, questa i cui resti sorgono a fianco di un importante luogo di culto cristiano (il Santuario di Santa Maria di Vescovio). Essa aveva l'appellativo di novum per aver sostituito un più antico mercato di origine sabina.<br> Un consistente gruppo di vestigia romane si trova a fianco della Chiesa già Cattedrale dei Sabini (non a caso edificata qui, dove anticamente c'era un tempio pagano) ed altre, forse più imponenti, rovine si trovano nel territorio circostante...continua

CITTA' di FREGELLAE (resti)   - Arce


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : abitati / città

Non si può nascondere l'emozione quando si entra sotto le ampie coperture che proteggono i preziosi e fragili resti di questa importante Colonia, dalla vita travagliata, che Roma edificò provocatoriamente in terra sannita (e che i romani stessi distrussero nel 125 a.C.). I resti sono di età repubblicana, non manomessi in alcun modo in quanto per secoli si erano perse le tracce di Fregellae. Infatti solo da qualche decennio si è dato luogo alle operazioni di scavo e conservazione dell'intera area che hanno prodotto molti ritrovamenti. Quanto emerso è ottimamente esposto ai visitatori con cura e intenti divulgativi sia in loco che presso il Museo di Ceprano...continua

CITTA' di GABII (resti): zona Prenestina   - Roma


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : abitati / città

Nel Comune di Roma, fuori del Grande Raccordo Anulare (GRA), su una collina, presso la Via Prenestina, scuro e solitario si erge il grande rudere del Tempio di Giunone Gabina. <br>Posto su un'altura desolata ed incolta, quasi al confine Est del territorio comunale di Roma, esso è una delle poche testimonianze di quella che fu una fiorente città dei Latini. Il suo colore è quello della pietra (Pietra Sperone o Gabina) che fece la fortuna di Gabii (e la sua rovina, dato che i resti dell'antica città - già nell'antichità - furono erosi dai cavatori di pietre da costruzione). La collina su cui sorge è un crinale del prosciugato Lago vulcanico di Castiglione e la via Prenestina si chiamava un tempo Via Gabina...continua

CITTA' di LUCUS FERONIAE   - Capena


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : abitati / città

I bianchi resti della Colonia Julia Felix Lucus Feroniae sorgono su questo rilievo verde della Sabina romana, dove una volta sorgeva un bosco (Lucus) ed un luogo di culto capenate della Dea delle messi (Feronia).<br> L'area archeologica sorge sulla Via Tiberina, nella zona (all'esterno) dell'attuale Casello di Fiano Romano dell'Autosole. Qui vicino, ma all'interno dell'area di servizio autostradale, si trova la Villa dei Volusii. Reperti del sito e della zona circostante sono nel locale Antiquarium...continua

CITTA' di MINTURNAE   - Minturno


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : abitati / città

Nell'ultimo lembo Sud del Lazio, nella piana sottostante l'attuale Minturno, si trovano i cospicui resti dell'antica città di Minturnae, che sorgeva sul Mar Tireno al confine con la Campania (presso il fiume Garigliano). Sono presenti numerosi interessanti monumenti posti lungo la tipica intessitura stradale di una città romana. Il bel Teatro è ancora oggi in uso. Una grande raccolta di marmi (statue, epigrafi) si trova presso il locale Museo Archeolgico...continua

CITTA' di NORBA (resti)   - Norma


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : abitati / città

Su un roccioso promontorio dei Monti Volsci-Lepini, dominante la Piana Pontina, sorgono i resti di questa città di età repubblicana la cui esistenza fu drammaticamente interrotta in epoca antica per mano dei suoi stessi abitanti.<br> Su questo grande terrazzamento, dal panorama incomparabile è presente un esempio di struttura cittadina di età repubblicana piuttosto completo e senza grosse manomissioni, anche se con resti monumentali abbastanza modesti...continua

CITTA' di OSTIA ANTICA: zona Ostiense/Colombo   - Roma


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : abitati / città

Nel Comune di Roma, fuori del Grande Raccordo Anulare (GRA), verso il mare, sorgono i grandiosi resti della antica Ostia che rappresentano ampiamente (alla pari di Pompei) la struttura non manomessa di una prospera città romana. Il profumo e l'ombra dei pini marittimi accompagna i visitatori che si muovono in questa area archeo-naturalistica molto appartata e suggestiva (eppure non lontana dall'Aeroporto di Fiumicino). <br> Oltre ai notevoli monumenti presenti è interessante scoprire qui le tangibili tracce di vita di quella che fu l' Emporium di Roma, sorta presso gli attracchi alla foce del Tevere (e che oggi si trova - a causa dell'allontanamento della costa - a circa 4 km. di distanza dal mare). Sul sito sorge l'importantissimo Museo Archeologico Ostiense...continua

CITTA' di PRIVERNUM (resti)   - Priverno


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : abitati / città

Transitando lungo la Statale dei Monti Lepini dopo Priverno verso Frosinone, si osservano (sulla sinistra della via) notevoli resti romani ascrivibili alla Colonia di Privernum, da cui ha preso il nome la vicina cittadina. Questo era un luogo strategico in quanto vi convergevano i due itinerari (oggi Via dei Monti Lepini e Via Carpinetana) che collegavano la Valle Latina (Valle del Sacco) con la pianura costiera tirrenica. Gli scavi, ancora in corso, hanno messo in luce resti delle mura, le strutture di edifici pubblici ed alcuni ambienti anche mosaicati che mostrano il buon livello dell'antico stanziamento. Reperti sono al Museo Archeologico di Priverno..continua

CITTA' di TREBULA MUTUESCA (resti)   - Monteleone Sabino


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : abitati / città

Visitando il grazioso centro di Monteleone Sabino ci si imbatte in reperti archeologici incastonati nei muri delle abitazioni medioevali, tra cui spiccano epigrafi e fregi marmorei; in particolare si resta colpiti dai caratteristici simulacri di leoni, che probabilmente diedero il nome a questo borgo sorto vicino al luogo dove sorgeva la città romana di Trebula Mutuesca. <br>I resti di questa città, fiorente ai primi secoli dell’Impero anche a ragione della sua collocazione sul percorso dall’alto Lazio all’Adriatico, si trovano sparsi sulle colline nei pressi del bellissimo Santuario di Santa Vittoria (romanico, ben conservato) e la omonima Catacomba...continua

CITTA' di TUSCULUM (resti)   - Monte Porzio Catone


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : abitati / città

Sul Monte Tuscolo, una delle vette più alte e panoramiche dei Colli Albani (sui bordi del cratere dell'ex vulcano Laziale) si trovano le rovine della città dove tutti i patrizi romani aspiravano ad avere una loro residenza. <br<Ciò che rimane di ville, strade, luoghi di culto ed altri edifici pubblici e privati, è sparso sul pianoro e sulle fiancate del rilievo, nei territori comunali di Monteporzio Catone, Frascati e Grottaferrata, luoghi di turismo ed enogastronomia nel comprensorio dei c.d. Castelli Romani..continua

CITTA' e TREDICI ARE di LAVINIUM (resti)   - Pomezia


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : abitati / città

Questo sito, posto su una altura che anticamente si trovava sulla costa tirrenica (ora è nell'entroterra ad un paio di chilometri dal mare) è uno dei luoghi più importanti per l'archeologia romano-laziale. Infatti qui sarebbe avvenuto lo sbarco di Enea e la circostanza fu ricordata nell'antichità con l'erezione di tangibili testimonianze (le tredici Are, l'Heroon).<br> Sulla vicina collina sorgeva una città (Lavinium) di cui sono in corso gli scavi.<br> L'area è stata per secoli miniera di grandi reperti votivi fittili provenienti dai santuari (ora esposti nel locale Museo di Lavinium e nei musei romani)...continua

CRIPTOPORTICO DEL BARCO BORGHESE   - Monte Porzio Catone


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : anfiteatri / mausolei / templi / portici

Percorrendo la strada che da Frascati porta a Monte Porzio Catone, poco dopo aver lasciato le ultime case di Frascati, si osserva - sulla sinistra (all'altezza dell'ingresso di Villa Mondragone) una strana e vasta spianata. Pochi sanno che essa è l'area di una grande villa di età romana ora scomparsa che nasconde uno dei più complessi porticati sotterranei giunti fino a noi da tale epoca...continua

CRIPTOPORTICO di GROTTAFERRATA   - Grottaferrata


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : anfiteatri / mausolei / templi / portici

All'interno dell'area del complesso abbaziale di S. Maria di Grottaferrata (che sorge nella zona dei Castelli Romani) si trova un grande porticato semi-sotterraneo di epoca romana. <br> Questo Criptoportico era in realtà una struttura di sostruzione di una grande villa romana che esisteva nell'area dove poi fu eretta l'Abbazia. Il nome stesso del Santuario e della cittadina che lo ospita pare derivi da una cripta chiusa da inferriate dell'antico complesso romano...continua

GROTTA dei MASSACCI   - Frasso Sabino


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : anfiteatri / mausolei / templi / portici

Procedendo da Osteria Nuova (via Salaria) sulla via Mirtense, appena varcato il confine del Comune di Frasso Sabino, sulla sinistra di un incrocio con una stradina campestre, si trova una grande fattoria che include una chiesina prospiciente la stradina stessa.<br> Occorre andare sul retro di questa costruzione per scoprire che essa poggia su alcuni grandi massi in opera quadrata che ci mettono sull'avviso: il vecchio casolare è stato interamente realizzato ricoprendo un monumentale mausoleo romano. All'interno della c.d. Grotta è possibile ammirare l'interessante assetto degli ambienti sepolcrali...continua

LATOMIE DI SALONE e CERVARA: zona Tiburtina/Prenestina   - Roma


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : aree di interesse archeologico

Nel Comune di Roma, fuori del Grande Raccordo Anulare (GRA), nella zona dove inizia l'Autostrada Roma - Aquila, si osserva un paesaggio costituito da pareti scoscese con enormi antri scavati nel tufo, immerso nel verde percorso del fiume Aniene, qua e là degradato da interventi umani, anche recenti. Pochi sanno che queste sono le storiche Latomie di Salone e Cervara, già cave d’estrazione del tufo che il celebre Generale Lucullo provvedeva a trasportare a Roma con zattere sull'Aniene.<br> Il territorio fu sede di insediamenti sia protostorici che romani e medioevali nonché luogo di particolari tradizioni storiche e di culti esoterici...continua

MAUSOLEO dei PLAUTII e PONTE LUCANO   - Tivoli


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : anfiteatri / mausolei / templi / portici

Percorrendo la Via Tiburtina appena prima della salita per Tivoli i viaggiatori settecenteschi del Grand Tour rimanevano impressionati dalla mole cilindrica marmorea che dominava il greto dell'Aniene e dal ponte che armoniosamente ad essa si collegava. E volevano ritrarlo o correvano ad ordinarne una rappresentazione. <br>Ancora oggi queste strutture ci appaiono come allora e abbastanza integre ( anche se il ponte ha subito qualche evidente manomissione) ma la zona non sempre risulta accessibile...continua

MAUSOLEO di MUNAZIO PLANCO   - Gaeta


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : anfiteatri / mausolei / templi / portici

La grande costruzione cilindrica che si scorge, guardando dal mare, sulla sommità del promontorio (Monte Orlando) che domina Gaeta, è uno dei più imponenti mausolei romani giunto ai nostri giorni. Esso è rimasto miracolosamente immune - nel corso dei secoli - dalle turbolente vicende che hanno travagliato la vicina fortezza e lo storico abitato che sorge ai suoi piedi...continua

MURA e ACROPOLI DI ARPINO   - Arpino


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : cinte murarie / importanti resti urbani

Sono quasi a sé stanti rispetto alla sottostante città di Arpino queste particolari mura megalitiche dell'Acropoli (Civita), sulla cui origine si sono costruite molte leggende; in effetti la loro dimensione e perfezione desta ancora oggi lo stupore dei visitatori.<br> Esse appartengono ad una tipologia particolare di mura poligonali presente nel Lazio Meridionale (Segni, Alatri, Ferentino). Queste di Arpino sono dotate anche di una bella porta micenea...continua

MURA MEGALITICHE - ACROPOLI DEL CIRCEO (resti)   - San Felice Circeo


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : cinte murarie / importanti resti urbani

Il Promontorio del Monte Circeo può dirsi un luogo benedetto dal Signore, dove sono concentrate bellezze naturali, testimonianze preistoriche e storiche e leggende che, prese una ad una renderebbero famoso qualsiasi luogo della terra. Pochi sanno che sull’alto del Monte si trovano i resti di una antichissima Acropoli Megalitica, composta di massi squadrati di enormi dimensioni le cui origini non trovano ancora completamente d’accordo gli studiosi. <br>La sua tipologia costruttiva non è dissimile dalle maestose cerchie murarie ed acropoli di altre città del basso Lazio (Alatri, Ferentino, Segni, per citarne solo alcune); la dimensione di questi resti non regge il confronto con quelle Acropoli, ma la collocazione su questo magnifico e panoramico promontorio (si scorgono le Isole Pontine) conferisce a quest'area archeologica una connotazione particolare...continua

MURA MEGALITICHE ALLA CIVITA di ARTENA (resti)   - Artena


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : aree di interesse archeologico

Sui Monti Lepini (detti anche Volsci dal nome del popolo che li abitava da epoca preromana) sorgono i resti della c.d. Civita di Artena. I ruderi, in particolare alcuni tratti di Mura Megalitiche, sono per la verità molto modesti, ma l'interesse massimo è destato dal luogo estremamente isolato in cui essi si trovano (la cima di una montagna) e dalla circostanza che gli studiosi sono qui ancora impegnati a cercare indizi della città pre-romana (dei Volsci, popolo grande nemico di Roma, le cui testimonianze archeologiche sono veramente molto scarse)...continua

MURA MEGALITICHE e ACROPOLI di SEGNI   - Segni


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : cinte murarie / importanti resti urbani

Le mura megalitiche di Segni circondano tutta la città attuale ed appartengono ad una tipologia particolare di mura poligonali (dette anche 'mura ciclopiche') che si trovano in diverse località del Lazio Meridionale e sulla cui origine si sono costruite anche leggende. In effetti la loro dimensione e perfezione desta ancora oggi lo stupore dei visitatori. <<br>Queste di Segni sono soltanto una delle testimonianze antiche di questa città la quale conserva altri pregevoli monumenti sia romani che del periodo medioevale...continua

MURA MEGALITICHE e ACROPOLI di ALATRI   - Alatri


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : cinte murarie / importanti resti urbani

La gigantesca Acropoli di Alatri ha lasciato stupiti per secoli tanti eruditi viaggiatori che aderirono all'ipotesi di una loro origine non umana (non ci si può persuadere facilmente che gli uomini antichi, con i mezzi di allora, abbiano potuto lavorare, spostare e far combaciare perfettamente monoliti di tali dimensioni e per tali altezze). <br> Questa Acropoli, insieme alla cinta che circonda l'intero centro storico, costituiscono il maggiore complesso di mura c.d. ciclopiche del Lazio. Alatri conserva qualche altro resto romano, ma soprattutto è famosa per diversi pregevoli edifici medioevali...continua

MURA MEGALITICHE e ACROPOLI di FERENTINO   - Ferentino


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : cinte murarie / importanti resti urbani

Le mura megalitiche della Cinta e dell'Acropoli di Ferentino appartengono ad una tipologia particolare di mura poligonali che si trova nel Lazio Meridionale. Queste mura, costruite nella prima epoca della Ferentino romana (Ferentinum) ma su basi preromane, sono costituite da monoliti sovrapposti e mirabilmente combacianti. <br>Le mura rappresentano solo una delle testimonianze antiche di questa città che conserva pregevoli monumenti oltre che romani anche medioevali...continua

NECROPOLI dell' ISOLA SACRA (o DI PORTO)   - Fiumicino


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : catacombe / necropoli

Questa necropoli pagana romana, dal colore rosato dei suoi sepolcri in laterizio, si trova (miracolosamente intatta) nella zona agricola di Fiumicino, in un luogo appartato e silenzioso pur non distante da una strada di scorrimento veloce. <br>I piccoli edifici sepolcrali in mattoni - rimasti insabbiati per secoli e così scampati alla distruzione - sono ancora dotati di commoventi iscrizioni dedicatorie e di decorazioni; il tutto presenta un aspetto suggestivo e, nello stesso tempo, insolitamente sereno per luoghi di questo genere...continua

PONTE AMATO della PRENESTINA ANTICA   - Gallicano nel Lazio


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : antiche vie / ponti / porti

Usciti dal buio della Tagliata di Cavamonte fa un certo effetto scorgere - poco lontano dalla via moderna - nel sole dell'aperta campagna, questo ponte romano che sorregge ancora un tratto dell'antica via Prenestina. <br>Certamente ciò che vediamo è frutto di un buon restauro, ma costituisce comunque una bella testimonianza di ingegneria stradale romana, in una zona (Gallicano, Poli, S.Gregorio) dove peraltro vi sono numerosi grandiosi ponti eretti a sostegno di antichi acquedotti...continua

PONTE del DIAVOLO della VIA SALARIA ANTICA   - Scandriglia


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : antiche vie / ponti / porti

Sia dal nome che dalle descrizioni riportate anche da molti siti web ci si aspetta di trovarsi al cospetto di un tipico Ponte stradale arcato, ma così non è: Infatti quest’opera veramente particolare consiste in una compatta struttura - briglia di sbarramento al torrente delle Vurie.<br> L’opera aveva la funzione principale di sostegno alla strada romana, permettendole di scavalcare la stretta gola del corso d’acqua; alla sommità dello sbarramento una caditoia garantiva un sottopassaggio per le acque ed il loro ordinato convogliamento nella verde vallata sottostante...continua

PONTE delle MOLE - dell' ANIO VETUS - e VIA ANTIRA   - San Gregorio da Sassola


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : antiche vie / ponti / porti

Il romano Ponte delle Mole (conosciuto anche col nome di Ponte degli Arci o della Mola degli Arci) non è un ponte stradale, bensì un ponte a sostegno di un tratto di un antico acquedotto (l’Anio Vetus). <br>Il territorio di San Gregorio da Sassola è attraversato da alcuni dei maggiori acquedotti che rifornivano l’Urbe e conseguentemente qui sono presenti diversi grandiosi ponti (oltre questo, c’è anche il Ponte San Pietro ed il Ponte S. Antonio nonché il grandioso Ponte Lupo, che però è in territorio di Gallicano).<br> Il percorso naturalistico nella vallata del Fosso della Mola è molto pittoresco ed il territorio intorno è totalmente salvo dall’assalto dei lottizzatori di campagna...continua

PONTE di NONA della VIA PRENESTINA: zona Prenestina   - Roma


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : antiche vie / ponti / porti

Nel Comune di Roma, fuori del Grande Raccordo Anulare (GRA), si trova questo antico ponte. Molte migliaia di automobilisti percorrendo la S.P. Prenestina, attraversano ogni giorno, nei due sensi, il Ponte di Nona, ma pochi sanno di passare sopra una struttura vecchia di oltre duemila anni. Questo grande ponte romano che si trovava al IX miglio (da quì il nome) della via antica, con la sua poderosa struttura a molte arcate, sovrasta un piccolo ponte di epoca addirittura anteriore...continua

PONTE LORETO della VIA ASTURA   - Lanuvio


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : antiche vie / ponti / porti

Appena scesi a valle da Lanuvio, percorrendo la moderna provinciale Astura, si nota che il moderno nastro asfaltato fa uno strano zig zag che ci permette di ammirare i resti di un'antica strada basolata romana con il suo ponte abbastanza ben conservato anche se stranamente fuori asse. <br>Due passi per guardarsi intorno, in un territorio dedicato alla viticoltura in cui anche le stradine interpoderali hanno il nome di celebri vitigni...continua

PONTE-VIADOTTO di RIETI SOTTERRANEA   - Rieti


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : antiche vie / ponti / porti

Facendo shopping nei bei negozi della Via Roma di Rieti non si sospetta di trovarsi sul percorso del viadotto che i romani costruirono per congiungere il ponte sul Velino con il Foro della antica Reate. Il complesso della Rieti sotterranea è essenzialmente costituito dagli imponenti resti delle arcate di questo viadotto, che oggi si trovano totalmente inglobati negli immensi scantinati dei palazzi del corso principale della città.<br> Il dislivello coperto era notevole e per questo motivo gli archi raggiungono altezze veramente ragguardevoli; gli antichi ambienti, con i loro adattamenti, usi e riusi secolari costituiscono elemento aggiuntivo di suggestione di questa visita...continua

PONTI ROMANI di SANTA MARINELLA   - Santa Marinella


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : antiche vie / ponti / porti

Il territorio di Santa Marinella si trovava - in epoca romana - tra le Colonie di Pyrgi (attuale Santa Severa) e di Castrum Novum (Torre Chiaruccia di Santa Marinella); quì correva un tratto dell'antica Via Aurelia, costruita per raccordare tutte le Colonie della Costa Tirrenica a Nord dell'Urbe.<br> A lato dell'attuale Strada Statale n° 1- Aurelia poche tracce sono oggi visibili dell’ antico basolato stradale mentre sono ben conservati - almeno nelle loro strutture essenziali - una serie di antichi Ponti (alcuni dei quali molto interessanti anche per la conoscenza delle tecniche costruttive romane)...continua

PORTI di CLAUDIO e di TRAIANO   - Fiumicino


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : antiche vie / ponti / porti

Se siete interessati, la prossima volta che decollate da Fiumicino, seduti sul lato sinistro dell'aereo, guardate dall'oblò e vedrete un grande specchio d'acqua verdastro (perfettamente esagonale) immerso in un parco alberato; un canale si stacca da un vicino grande fiume (il Tevere) e lo sfiora dirigendosi verso il mare. E' questo l'unico modo di vedere compiutamente il Porto di Traiano (ancora intatto) costruito quasi duemila anni orsono con a fianco la Fossa Traianea (attuale canale di Fiumicino) utilizzata anche per collegare, tramite il Tevere, Roma con quello che all'epoca era il suo più moderno porto. Il Porto di Traiano aveva infatti sostituito quello di Claudio che era poco più a Nord (vicino alle attuali piste aeroportuali: il mare allora non era così lontano come è oggi). L'intero Porto di Traiano e parte delle rovine di quello di Claudio non sono facilmente visitabili perché ricadono in proprietà privata...continua

RESTI URBANI di ALBANO ROMANA (ALBANUM)   - Albano Laziale


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : cinte murarie / importanti resti urbani

In genere romani e turisti si recano ai Colli Albani per far bisboccia in una zona nota per fraschette (tradizionali osterie) e rivendite di porchetta - numerose nelle cittadine dei c.d. Castelli Romani - mentre la ricchezza archeologica di questi luoghi meriterebbe appositi tour culturali (ma, perché no? le cose si potrebbero abbinare). <br>Nell'odierna Albano, cittadina centrale degli omonimi Colli, si conservano le imponenti testimonianze della città epicentro dell'Albanum dei Romani (che era un territorio ben più vasto dell'odierno comune) con i grandiosi resti dei Castra Albana di Settimio Severo ed altri notevoli monumenti...continua

RESTI URBANI di CORI ROMANA (CORA)   - Cori


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : cinte murarie / importanti resti urbani

Percorrendo le caratteristiche stradine di Cori medioevale non è difficile scoprire qua e là, anche negli androni di vecchi palazzi, reperti romani. All'interno del centro e lungo il perimetro cittadino si conservano però anche resti monumentali della romana Cora e, primo fra tutti, il famoso Tempio di Ercole che domina dall'alto l'abitato...continua

RESTI URBANI di FORMIA ROMANA (FORMIA)   - Formia


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : cinte murarie / importanti resti urbani

Se parliamo di attrattività dei luoghi, per Formia dal tempo dei romani non è cambiato molto: questa località situata sul Golfo di Gaeta, sede da sempre di attività marittime (specie pesca) e turistiche, era molto frequentata dai patrizi dell'Urbe (non solo Cicerone) che la ambivano come luogo di villeggiatura. All'interno o nei pressi dell'attuale città di Formia si trovano alcuni monumentali resti della Formia dei Romani, in massima parte nascosti dalle costruzioni di epoca successiva...continua

RESTI URBANI di LANUVIO ROMANA (LANUVIUM)   - Lanuvio


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : cinte murarie / importanti resti urbani

Lanuvio sorge sull'ultimo dei Colli Albani (c.d. Castelli Romani), in amena posizione dominante la Piana Pontina in vista del mar Tirreno.<br> La città fece subito gola ai conquistatori romani che qui edificarono molte importanti opere e potenziarono il 'miracoloso' Tempio-Santuario di Giunone, ottima fonte di reddito (da suddividersi però - ad evitare guai - in parti uguali con la cittadinanza locale)...continua

RESTI URBANI di TERRACINA ROMANA   - Terracina


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : abitati / città

Molti dei frequentatori di questa bella cittadina turistico balneare - luogo di imbarco per le Isole Pontine - non immaginano l’interesse che potrebbero trovare in una visita al suo centro storico. In gran parte sulla collina, nel cuore del quartiere medioevale, sorgeva il centro monumentale di Terracina romana; le sue rovine si trovano frammiste alle costruzioni medioevali ed hanno come epicentro la grande piazza del Foro Emiliano, che conserva miracolosamente la sua bianca pavimentazione originale. Nella visita al quartiere alto spesso non è agevole distinguere le tracce romane da quelle medioevali, in un connubio di mura, torri, porte, basolati e colonne. In alto, sul monte che sovrasta la città, si osservano le grandiose sostruzioni del tempio di Giove Anxur...continua

RESTI URBANI di TIVOLI ROMANA (TIBUR)   - Tivoli


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : cinte murarie / importanti resti urbani

Nei dipinti ed incisioni del Grand Tour le vestigia di Tivoli Romana occupano un posto privilegiato. La città di Tivoli vanta uno storico passato e di tutti i secoli dalla sua fondazione conserva testimonianze importanti. Molto si deve alla sua collocazione sulla prima propaggine del Pre-Appennino Laziale, a dominio dell'Agro Romano.<br> Della Tibur romana, in particolare, oggi restano notevoli monumenti nel centro medioevale della città (Templi, Anfiteatro) e nelle immediate vicinanze. Nella piana sottostante Tivoli si trovano la grandiosa Villa Adriana, il Ponte Lucano ed il Mausoleo dei Plautii...continua

TEMPIO - SANTUARIO di DIANA NEMORENSE   - Nemi


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : anfiteatri / mausolei / templi / portici

Questo era un luogo di grande mistero: i resti del Tempio di Diana sorgono all'interno di un poggio boscoso situato lungo le falde del cratere vulcanico che racchiude il Lago di Nemi, a valle dell'omonimo centro medioevale (Nemi) vivace cittadina dei Colli Albani (c.d. Castelli Romani), famosa anche per la coltivazione di gustose fragole.<br> Qui vicino l'Imperatore Caligola teneva le sue famose Navi - i cui resti sono nell'apposito Museo, lungo le rive del Lago - su cui si svolgevano misteriose cerimonie rituali...continua

TEMPIO di ANXUR al MONTE SANT'ANGELO (resti)   - Terracina


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : anfiteatri / mausolei / templi / portici

Le imponenti sostruzioni (del I sec. a. C) del Tempio di Giove Anxur dominano dall’alto del Monte Sant’Angelo l’abitato di Terracina. Il Tempio – Santuario sorgeva quindi sulla platea sovrastante questa sostruzione ed è ora praticamente ridotto a pochi ruderi mentre il grande porticato di sostruzione, che possiamo osservare dal basso, è ben conservato in tutta la sua maestosità.<br>L’area è di grande interesse paesaggistico (è inclusa in un Parco Naturalistico) e costituisce un complesso archeologico molto articolato, della cui dimensione ci si rende conto solo percorrendo (con modesto sforzo, anche a piedi) pochi chilometri dal centro della sottostante bella cittadina di Terracina (importante anche per le sue vestigia urbane romane e medioevali). <br>Già da sola la stupenda vista dell’intera Area Pontina e delle sue Isole, che si gode dal Monte Sant’Angelo, merita questa escursione...continua

TEMPIO-SANTUARIO della FORTUNA PRIMIGENIA (resti)   - Palestrina


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : anfiteatri / mausolei / templi / portici

Il panorama di Palestrina (la Praenestae degli antichi) - da qualunque parte lo si guardi - è dominato dai monumentali resti del Santuario della Fortuna Primigenia, forse il più grandioso e scenografico della romanità. Palestrina ha un ricco passato e conserva anche altre importanti vestigia romane, oltre che prestigiosi monumenti delle epoche successive. Alla sommità del Santuario sorge il Palazzo Barberini dove ha sede il Museo Archeologico Prenestino (famoso Mosaico del Nilo)...continua

TERME (o VILLA) di TITO a COTILIA (resti)   - Castel Sant'Angelo


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : aree termali / ville

Non è ben chiaro se le grandi strutture che si vedono in alto sul declivio che degrada dal Villaggio di Paterno verso il Lago Paterno (non lontano da Castel Sant’Angelo, capoluogo comunale) siano ruderi dell’antica Cotilia ovvero di Terme ovvero ancora, secondo molti, i resti di una grande Villa rustica dei Flavi ed in particolare di Tito, figlio di Vespasiano. Questa era comunque l'area del Vicus Cutiliae e i due Imperatori avevano creato in questa zona un vero e proprio centro di soggiorno termale, avendo per primi apprezzato l'abbondanza e qualità delle acque (sulfuree) che oggi alimentano le Terme di Cotilia. <br>La zona è infatti ricchissima di acque e, oltre che per le Terme e per il Lago Paterno (luogo di leggende), il territorio di Castel Sant’Angelo è noto perché qui si trovano le sorgenti dell’Acquedotto del Peschiera, il più grande e moderno adduttore di acqua potabile per la Capitale...continua

TERME (o VILLA) di VESPASIANO a COTILIA   - Cittaducale


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : aree termali / ville

Presso Cittaducale (bella cittadina con importanti monumenti medioevali), in località Caporio, lungo il pendio di un’altura presso la Via Salaria Nord, si trova l’area archeologica delle Terme o Villa di Vespasiano, che apparteneva all'area del Vicus Cutiliae. La collina, per fortuna, è ancora abbastanza selvaggia ed i cospicui ruderi (che si raccolgono intorno ad una grande piscina) presentano un aspetto molto scenografico. <br>La natura e destinazione di questo complesso (Terme o Villa o ambedue le cose) è ancora oggi non chiara, ma sicuramente qui, o in un luogo molto vicino, l’Imperatore Tito Flavio Vespasiano (grande riorganizzatore dell'esercito e delle strutture amministrative dell’Impero e padre di Tito) soggiornò molte volte e qui morì nell’anno 79 d.C....continua

TERME APOLLINARI di VICARELLO (resti)   - Bracciano


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : aree termali / ville

Questa è un’area archeologica di grandissima importanza eppure semisconosciuta e trascurata perché vittima di beghe infinite tra le pubbliche autorità e la Società proprietaria dei terreni (non ancora espropriati) cui è stata negata la possibilità di realizzare un progetto di sviluppo della zona, forse non totalmente compatibile con gli obiettivii di salvaguardia del patrimonio naturalistico. <br> L’interesse archeologico di quest'area verte su due distinti poli: l’area del malandato Borgo antico di Vicarello (resti della Villa di Domiziano, Acquedotto di Traiano, Villaggio Preistorico sommerso) e l’area vera e propria delle Terme Apollinari, nel folto del Parco (dove fu anche rinvenuta la famosa Stipe di Vicarello e la Statua di Apollo)...continua

TERME TAURINE   - Civitavecchia


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : aree termali / ville

Gli studiosi hanno discusso a lungo sulla natura di questo grandioso complesso attribuito a Traiano in cui strutture residenziali sono frammiste a strutture termali tanto che ancora oggi qualche dubbio resta sul fatto che si tratti di Terme ovvero di una grandiosa Villa (probabilmente era ambedue le cose).<br>La sua superficie di due ettari ne fa uno dei maggiori complessi archeologici del Lazio...continua

TUMULO di CORVARO (resti)   - Borgorose


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : anfiteatri / mausolei / templi / portici

Nella Valle del fiume Salto, e precisamente nell’area del Cicolano, su un’altura tra il paese di Borgorose e la sua frazione di Corvaro, si trova il Tumulo detto ‘il Montariolo', molto importante per l’archeologia protolaziale ed in particolare per lo studio della popolazione degli Equicoli. In verità chi si aspetta di trovare qui un classico tumulo, al cospetto di questa area archeologica rimane perplesso, in quanto questo famoso monumento funerario oggi si presenta completamente sbancato, composto da una serie di costoloni di grandi pietre all’interno di un’area circolare. <br>Il Tumulo di Corvaro ha restituito molte testimonianze degli usi e dei rituali degli Equicoli ed ha aperto molti interrogativi su di essi. E’ di tutta evidenza che gli scavi (intermittenti) cui è soggetta l’area (e le importanti scoperte cui essi conducono) non hanno ancora reso possibile una risistemazione del monumento in chiave più ‘fruibile’ dai non addetti ai lavori...continua

VIA AMERINA tratto di CORCHIANO   - Corchiano


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : antiche vie / ponti / porti

Questo è uno dei tratti del tracciato della antichissima Via Amerina, costruita a metà del III sec. a.C. unendo percorsi preesistenti della antica rete viaria falisca: la Via, originandosi dalla Via Cassia (alla Valle del Baccano) arrivava ad Ameria (ora Amelia, in Umbria) da dove proseguiva verso l'Adriatico fino a ricongiungersi con la via Flaminia. <br>Il tratto di Corchiano fa parte di un percorso di una decina di chilometri da Nepet (Nepi) fino a Falerii Novi (Fabrica di Roma), che il GAR (Gruppo Archeologico Romano, associazione di volontariato aderente al GAI), in collaborazione con la DGBA, ha riportato alla luce. Lungo il percorso si possono osservare tracce del lastricato romano, un ponte e suggestive tagliate nel tufo fino all'attraversamento della suggestiva necropoli falisca di Falerii Novi...continua

VIA APPIA ANTICA fuori del grande Raccordo Anulare di Roma (GRA)-Area Appia   - Ciampino


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : antiche vie / ponti /porti

Questo tratto negletto della Regina Viarum non può certo paragonarsi al più noto percorso che da Porta S. Sebastiano finisce all'altezza del Grande Raccordo Anulare (GRA), ricco di impareggiabili monumenti.<br> Questo tratto di Via Appia Antica che prosegue fuori del GRA - spoliato e trascurato per secoli- costituisce oggi un sito oggetto di scavo e valorizzazione. Non a caso è anche luogo di scavo da parte di volontari (autorizzati) in addestramento alle attività archeologiche...continua

VIA CASSIA ANTICA alla MANSIO AD VACANAS   - Campagnano di Roma


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : antiche vie / ponti /porti

A lato della nuova Via Cassia (detta Veientana), al termine della discesa della Valle del Baccano - tra il bivio di Campagnano e quello di Nepi - si trova un tratto basolato dell’ antica Via romana. Questo era il suo XX miglio e qui c’era la biforcazione della Via Amerina che si inoltrava verso Ameria (l’antica Amelia, in Umbria).<br> Questa area archeologica fu scoperta nel 1979 in occasione dell'allargamento della SS. 2 Via Cassia. La Cassia antica era l’unica via Consolare per la quale la conta delle miglia non iniziava dal miliario aureo del Campidoglio; infatti il suo percorso autonomo si originava dalla Via Flaminia (all’altezza di Ponte Milvio). La Via conserva un basolato perfettamente integro ed è affiancata dai cospicui resti di una Mansio (stazione di sosta e ristoro del servizio postale romano)...continua

VIA ROMANA alla PINETA della CAMPANA   - Nettuno


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : antiche vie / ponti / porti

E' una vera sorpresa, nel recarsi a Nettuno percorrendo una delle strade (Via Selciatella, toponimo archeologicamente molto evocativo) che partono dalla Pontina, mentre si attraversa la bella Pineta della Campana, accorgersi che a lato della moderna via corre un lungo tratto - integro - di una strada romana (dal nome sconosciuto) che pare fosse molto frequentata nell'antichità...continua

VIA SACRA al MONTE CAVO   - Rocca di Papa


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : antiche vie / ponti / porti

Il Monte Cavo è la montagna (949 metri s.l.m.) dalla forma conica che sovrasta la Campagna romana dal lato Sud Est (Colli Albani): esso è ritratto in mille pitture nel corso di tutto l’ottocento, sullo sfondo di ruderi di acquedotti e scene pastorali. Antico vulcano, oggi monte boscoso con in cima antenne ed installazioni varie, che tolgono un po’ di fascino a quello che era il sacro Mons Albanus, ma che ci svelano perchè la sua vetta fu eletta a luogo sacro da tutti i popoli del Lazio Antico. <br>Procedendo in auto nella salita fra il folto dei castagni, i tornanti della nostra strada sono varie volte intersecati da una bellissima via basolata romana (la Via Sacra) che - nei tempi antichi - conduceva alla sommità del Monte, nel luogo dove si trovava il Tempio del Giove Laziale, Santuario centrale dei Latini e degli altri popoli del Lazio meridionale...continua

VILLA di NERONE ad ANZIO (resti)   - Anzio


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : aree termali / ville

Con il nome di Antium nell'antichità si identificava un vasto territorio comprendente le attuali cittadine costiere (contigue) di Anzio e Nettuno; per tale ragione quando le cronache romane parlano di ville o di viaggi ad Antium non è sempre sicuro che si riferiscano all'odierna Anzio.<br> Quello che risulta certo è che Nerone nutriva un particolare affetto per questo luogo particolare, perché vi era nato, ed oggi la Villa che egli qui si volle costruire costituisce il maggiore dei monumenti romani della splendida cittadina turistico-balneare di Anzio...continua

VILLA di NERONE AD SIMBRUINA STAGNA (resti)   - Subiaco


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : aree termali / ville

Il luogo è verde e suggestivo; del resto sia Nerone che S. Benedetto dovevano avere qualche (seppure diversa) ragione per esserne attratti. I resti che è possibile vedere rappresentano una scarna testimonianza di quella che fu la grandiosa Villa di caccia dell'imperatore Nerone. <br> La Villa sorgeva intorno a tre laghi artificiali (Simbruina Stagna) ottenuti sbarrando l'alto corso del fiume Aniene alla fine della stretta vallata fra i Monti Simbruini...continua

VILLA e GROTTA di TIBERIO a SPERLONGA   - Sperlonga


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : aree termali / ville

A chi percorra velocemente la Via Flacca, passa spesso inosservato questo bellissimo complesso costiero comprendente la Villa di Tiberio, la grande Grotta ed il Museo Archelogico. Esso è uno dei principali luoghi archeologici del Centro Italia, per la notevole massa di resti strutturali, tipici delle ville marittime, per gli aspetti naturalistici del sito esaltati dalle modifiche apportate dall'Imperatore e per la grande profusione di ornamenti e sculture qui rinvenuti ed in parte conservati nel locale Museo Archeologico...continua

VILLA ADRIANA di TIVOLI   - Tivoli


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : aree termali / ville

Questa era una delle più grandi, forse la più grande, delle Ville della romanità. Gli imponenti resti della Villa dell'Imperatore Adriano, che sorgono nella piana sottostante Tivoli. hanno l'ampiezza di una vera e propria città, estesa per 56 ettari e non ancora del tutto riportata alla luce.<br>Essa sorge in aperta campagna ed i molti resti di edifici di imponenti dimensioni e la varietà delle strutture, degli ambienti e delle decorazioni fanno di questo sito (che ha costituito per secoli una miniera per i cercatori di opere d'arte) un 'unicum' nel mondo dell'archeologia romana..continua

VILLA dei VOLUSII   - Fiano Romano


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : aree termali / ville

Sostando sul retro dell'Area di Servizio Feronia Ovest dell'Autostrada del Sole (presso il casello di Fiano Romano) si può dare un'occhiata a questa che risulta essere una delle più grandi ville patrizie dell'antichità. <br>La villa presenta una completa serie di strutture tipiche di questi complessi, ben restaurata anche nei mosaici, in parte policromi. Per la sua visita - che si prospetta molto interessante - occorre prenotare in anticipo...continua

VILLA di COLLESECCO di COTTANELLO (resti)   - Cottanello


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : aree termali / ville

In un declivio di campagna piuttosto desolato, nella verde vallata sotto Cottanello si trovano i resti di una grande Villa Rustica romana (tipologia ricorrente nell' antica Sabina, dove molti patrizi romani si stabilirono per esercitare fiorenti attività agricole).<br> Collesecco è apparso ai ricercatori un toponimo molto indicativo delineando un'area in cui la vegetazione cresceva a stento date le sottostanti presenze murarie; le strutture riportate alla luce costituiscono solo una parte dell'intero complesso...continua

VILLA di DOMIZIANO al LAGO di PAOLA (resti)   - Sabaudia


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : aree termali / ville

La zona ai margini del bellissimo omonimo promontorio del Circeo includente il Lago e la Foresta di Sabaudia è una delle aree paesaggisticamente più pregevoli del nostro Paese. Il complesso della villa di Domiziano è la maggiore testimonianza archeologica di questa area ed è compresa nella Riserva Naturale "Rovine di Circe". <br>Molto interessante questa Villa per le particolarità dispositive degli ambienti e per i sistemi idraulici escogitati sia per l'alimentazione delle terme che per gli agi dell'illustre proprietario...continua

VILLA di LIVIA a PRIMA PORTA (resti): zona Flaminia   - Roma


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : aree termali / ville

Nel Comune di Roma - fuori del Grande Raccordo Anulare (GRA -, nei pressi dell'antica Via Flaminia sorgeva la Villa di Livia Drusilla (moglie di Augusto); questo era il luogo del prodigio della "gallina bianca" e per questo era detta anche "ad Gallinas Albas".<br>Già vera e propria miniera per i trafugatori di opere d'arte nel corso dei secoli, dall'epoca del rinvenimento (nell' ottocento) del celebre Augusto di Prima Porta è oggetto di accorti scavi che hanno riportato alla luce sontuosi ambienti e ricche decorazioni...continua

VILLA di ORAZIO a LICENZA (resti)   - Licenza


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : aree termali / ville

Nel pieno della pittoresca campagna della Valle del Licenza, si trovano i resti della Villa che dovrebbe essere quella donata da Mecenate ad Orazio, secondo le descrizioni che lo stesso poeta ne fece nei suoi scritti. <br< I resti solitari ed abbastanza estesi rappresentano esaurientemente la struttura di una villa di otium seppure legata alla cura di una vasta proprietà agricola...continua

VILLA di PLINIO e VIA SEVERIANA a CASTELFUSANO (Resti): zona Ostiense/ Colombo   - Roma


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : aree termali / ville

Nel Comune di Roma - fuori del Grande Raccordo Anulare (GRA) - in una radura nel folto della grande Pineta di Castelfusano, si trovano i resti (quasi tutti a livello del suolo) di una Villa d'Otium del I sec. d.C..<br> Questa villa è stata da sempre ritenuta di Plinio il Giovane, ma oggi si contesta tale attribuzione che sembra più plausibile per una villa situata nella vicina Tenuta Presidenziale di Castelporziano. Qui a lato corre un tratto basolato della Via Severiana...continua

VILLA di TRAIANO agli ALTIPIANI DI ARCINAZZO (resti)   - Arcinazzo Romano


Categoria : archeologia romana e/o protolaziale
Tipo : aree termali / ville

Nella cornice dei pittoreschi Altipiani di Arcinazzo (luogo di turismo montano residenziale) - fra i Monti Simbruini, ad Est di Roma - sorgono i resti di una grande villa attribuita all'Imperatore Traiano che l'avrebbe utilizzata per le sue attività venatorie.<br> Essi si trovano sulla Via Sublacense che proviene da Subiaco, dove - in epoca imperiale - sorgeva la Villa dei Simbruina Stagna di Nerone che, dopo di lui, fu utilizzata anche dallo stesso Traiano...continua

2019  www.lazioturismo.it

AVVERTENZA: Lazioturismo.it, pur assicurando la massima cura nell'attivita di reperimento e presentazione delle informazioni, declina ogni responsabilita per eventuali omissioni o inesattezze dei dati e quindi per danni diretti od indiretti che da ciò derivassero.

 

  INDICE

  ELENCO DEI PAESI    

  CERCA    

  COOKIE POLICY    

  E-MAIL    
Copyright 2019 Lazioturismo.it -