INDICE

  DA NON PERDERE    

  CERCA    

  ELENCO DEI PAESI    

  E-MAIL    
  
 
 Lazioturismo
 



    VIA ROMANA alla PINETA della CAMPANA    


 

Comune: Nettuno
Categoria : archeologia romana e/o protolaziale Tipo : antiche vie / ponti / porti

E' una vera sorpresa, nel recarsi a Nettuno percorrendo una delle strade (Via Selciatella, toponimo archeologicamente molto evocativo) che partono dalla Pontina, mentre si attraversa la bella Pineta della Campana, accorgersi che a lato della moderna via corre un lungo tratto - integro - di una strada romana (dal nome sconosciuto) che pare fosse molto frequentata nell'antichità.


Nella foto: NETTUNO - Via Romana alla PINETA DELLA CAMPANA: il basolato antico a fianco di Via della Selciatella


AMBIENTE E STORIA
Questa strada si trova in una zona pianeggiante tra la Via Pontina (Roma-Latina) e la Costa Tirrenica che dista una decina di chilometri. Essa corre parallelamente alla Via della Selciatella, nel Parco della Pineta della Campana, nell'ENTROTERRA DI NETTUNO.
NON SI CONOSCE IL NOME DI QUESTA STRADA ROMANA; si presume che essa facesse parte di un itinerario che partiva da Velletri (quindi dalla Via Appia) e che, sdoppiandosi nei pressi di Torre del Padiglione, finisse ad Anzio ed Astura, sulla costa tirrenica presso l'attuale Nettuno. Sembra che questo fosse UN PERCORSO FREQUENTATO GIA' DALLA FINE DEL II Sec.a.C. anche se il basolato che oggi osserviamo è il frutto di ammodernamenti di età imperiale. Ad ANTIUM (che, all'epoca, aveva come nucleo principale l'attuale abitato di Nettuno) la strada si collegò con la viabilità locale e con il percorso della VIA SEVERIANA.
Da resoconti di viaggiatori antichi si deduce che LA STRADA ERA INTATTA ANCORA NEL MEDIOEVO; da antiche cronache risulterebbe che Riccardo I d'Inghilterra - Cuor di Leone - sia transitato qui il 27 agosto del 1155, per recarsi al porto di Terracina, in occasione della III Crociata.
Il percorso comunque fu utilizzato fino all'età moderna (la via Selciatella è in effetti una complanare dell'antica strada). Una serie di torri lungo l'itinerario, compresa la TORRE DEL PADIGLIONE (sorte, sembra, su preesistenti strutture romane) furono costruite nel Medioevo per avvistamento e difesa dalle incursioni saracene.

LA STRADA ROMANA OGGI
In effetti lo scoprire, percorrendo la Via della Selciatella, questa via basolata intatta fa un certo effetto. Il recupero di questa strada si presenta come UN CASO DA MANUALE, in quanto per anni si era ritenuto che i pochi basoli affioranti sopra le radici dei pini fossero l'ultimo brandello di un monumento ormai completamente degradato e spoliato nei secoli; viceversa la COSTANZA DEGLI ARCHEOLOGI ha permesso di portare alla luce, a maggiore profondità, UNA DELLE PIU' INTEGRE TESTIMONIANZE DELL'INGEGNERIA STRADALE ROMANA.


NELLE VICINANZE DELLA PINETA DELLA CAMPANA, si segnalano - sulla costa tirrenica - nello stesso Comune, il Borgo Medioevale ed il Forte Sangallo di Nettuno ed il suggestivo Castello di Torre Astura; ad Anzio troviamo i resti della Villa di Nerone. In direzione delle colline dei Castelli Romani si trova lo storico Ponte Loreto ed i Resti Urbani di Lanuvio Romana.




Per informazioni:
La strada romana si trova tra la Via Pontina e Nettuno, in località "la Campana" contigua al rettilineo di Via della Selciatella. Si raggiunge dalla Via Pontina, uscendo alla Torre del Padiglione (bivio Campo di Carene).
INFO turismo Pro Loco http://www.proloconettuno.it ovvero tel anzionettuno 06 9883 1060
AVVISO per i NAVIGANTI: a Nettuno Porto turistico Marina di Nettuno

2019  www.lazioturismo.it

AVVERTENZA: Lazioturismo.it, pur assicurando la massima cura nell'attivita di reperimento e presentazione delle informazioni, declina ogni responsabilita per eventuali omissioni o inesattezze dei dati e quindi per danni diretti od indiretti che da ciò derivassero.

 

  INDICE

  ELENCO DEI PAESI    

  CERCA    

  COOKIE POLICY    

  E-MAIL    
Copyright 2019 Lazioturismo.it - en-US,en;q=0.5