INDICE

  DA NON PERDERE    

  CERCA    

  ELENCO DEI PAESI    

  E-MAIL    
  
 
 Lazioturismo
 



    MURA MEGALITICHE ALLA CIVITA di ARTENA (resti)    


 

Comune: Artena
Categoria : archeologia romana e/o protolaziale Tipo : aree di interesse archeologico

Sui Monti Lepini (detti anche Volsci dal nome del popolo che li abitava da epoca preromana) sorgono i resti della c.d. Civita di Artena. I ruderi, in particolare alcuni tratti di Mura Megalitiche, sono per la verità molto modesti, ma l'interesse massimo è destato dal luogo estremamente isolato in cui essi si trovano (la cima di una montagna) e dalla circostanza che gli studiosi sono qui ancora impegnati a cercare indizi della città pre-romana (dei Volsci, popolo grande nemico di Roma, le cui testimonianze archeologiche sono veramente molto scarse).


Nella foto: ARTENA - CIVITA di ARTENA: tracce delle Mura Megalitiche


AMBIENTE E STORIA
Il sito archeologico del PIANO DELLA CIVITA si trova sui Monti Volsci-Lepini, brulli monti che proseguono il rilievo dei Colli Albani fino alle soglie della Campania, costituendo, con i dirimpettai Ernici, la storica Valle del Sacco in cui scorreva l'antica Via Latina.
Siamo nel territorio del Comune di ARTENA la quale FINO ALL'UNITA' D' ITALIA SI CHIAMAVA 'MONTEFORTINO'; infatti fu nel 1873 che assunse il nuovo nome di ARTENA (seguendo le indicazioni dell'archeologo pontificio A. NIBBY il quale sosteneva che sul Piano della Civita, fra i monti alle spalle del paese, fosse un tempo esistita una città volsca che aveva quel nome). Ma già il nome di Montefortino aveva un riferimento storico a quel luogo sulla montagna; infatti esso si rifaceva al nome di Foretum o Fortinum, come i romani chiamavano l’abitato del Piano della Civita.
In realtà, ancora oggi, gli studiosi non hanno sciolto il dubbio circa la vera origine e denominazione antica di questa Civita; secondo alcuni non solo sarebbe UN'ACROPOLI VOLSCA, ma addirittura POTREBBE TRATTARSI DI ECETRA, mitica capitale dei Volsci durante le guerre che essi condussero contro Roma per tutto il V e parte del IV secolo a.C..
I Volsci, popolazione di ceppo osco o umbro-sabellico, scesero dall'Abruzzo, fino alla media Valle del Liri e quindi - probabilmente nel corso del VII secolo a.C. - invasero le basse Valli del Liri e del Sacco, con insediamenti importanti (Sora, Arpino, Fregellae, Aquino, Atina, Cassino e Frosinone, per citarne alcuni). In un periodo successivo essi si spinsero su questi monti per scendere verso i Colli Albani ed il mare (ANZIO FU CITTA' DEI VOLSCI) entrando così in collisione con i Latini e poi con i Romani.
Agli scontri fra Volsci Anziati e Romani fa riferimento LA VICENDA DI CORIOLANO, immortalata nella omonima TRAGEDIA DI SHAKESPEARE).

I RESTI DELLA CIVITA DI ARTENA
I ritrovamenti di materiali volsci sono estremamente rari e si tratta dei reperti di qualche sporadica Necropoli (ne sono state rinvenute nel cassinate e, più recentemente, nella piana di Frosinone) e quindi il sito di Artena - per gli studiosi - costituirebbe UN UNICUM per tipologia e dimensione.
La Civita di Artena è situata ad un’altezza di 632 metri s.l.m.; da qui si poteva controllare un frequentato PERCORSO DI ATTRAVERSAMENTO DEI MONTI LEPINI che conduceva dalla Valle del Sacco alle radure della Piana Pontina. Alla Civita si riconoscono TRACCE DELLA CINTA MURARIA MEGALITICA e le strutture di terrazzamento destinate all’abitato interno; le rovine oggi visibili risultano però perlopiù attribuibili ad opere realizzate dai Romani tra la fine del IV secolo a.C. e gli inizi del III secolo a.C.. Secondo molti studiosi L' ABITATO DEI VOLSCI ESISTEVA GIA' ALLA META' DEL VII A.C. anche se recenti scavi hanno scoperto tracce di abitazioni - da molti attribuite a quel popolo - risalenti solo al IV sec. a.C..
Il Museo Civico Archeologico di Artena ospita una raccolta di reperti rinvenuti nelle decennali ricerche nel territorio.


TRA GLI ALTRI LUOGHI DI INTERESSE, non lontani da Artena, si segnalano, lungo la stessa Valle del Sacco - verso Nord - iI Tempio Santuario della Fortuna Primigenia (v. Palestrina) e - verso Sud - le Mura Megalitiche e le Acropoli di Segni, di Ferentino e, alle spalle di questa. Di Alatri (tre interessanti centri storici con testimonianze anche medioevali); quasi di fronte ad Artena, sulle prime propaggini degli Ernici si trova Anagni (Quartiere Medioevale). Oltre i monti alle spalle di Artena (cioè nel versante Pontino) si trovano i Resti Urbani di Cori Romana (v. Cori).




Per informazioni:
Il Piano della Civita si trova sui monti sopra il paese di Artena ed è raggiungibile percorrendo - da questo centro - la Via del Santuario, proseguendo (con una strada campestre abbastanza ben tenuta) oltre il Santuario stesso, fino a portarsi ad uno spiazzo di parcheggio (con fontanile); da qui, sulla destra, sale un sentiero per l’Area Archeologica.
Info GRUPPO ARCHEOLOGICO ARTENA recapito Tel. 06 9517027

2019  www.lazioturismo.it

AVVERTENZA: Lazioturismo.it, pur assicurando la massima cura nell'attivita di reperimento e presentazione delle informazioni, declina ogni responsabilita per eventuali omissioni o inesattezze dei dati e quindi per danni diretti od indiretti che da ciò derivassero.

 

  INDICE

  ELENCO DEI PAESI    

  CERCA    

  COOKIE POLICY    

  E-MAIL    
Copyright 2019 Lazioturismo.it - en-US,en;q=0.5