INDICE

  DA NON PERDERE    

  CERCA    

  ELENCO DEI PAESI    

  E-MAIL    
  
 
 Lazioturismo
 



    CASTIGLIONE di PALOMBARA - città morta    


 

Comune: Palombara Sabina
Categoria : castelli e antichi borghi Tipo : città fantasma / borghi abbandonati

In posizione isolata in una zona che domina Palombara Sabina, si ergono le antiche mura merlate di questo insediamento medioevale abbandonato da più di sei secoli. Esso si trova in posizione pittoresca, sulla cima di uno dei picchi boscosi dell'area del Monte Gennaro (nel Parco Regionale dei Monti Lucretili).
Quello che appare oggi è la cinta esterna che racchiude i resti di un abitato a sua volta fortificato, un castrum medioevale in piena regola. Da questo borgo fortificato si scorge in basso l’abitato medioevale di Palombara, arroccato su un caratteristico colle a forma conica.



Nella foto: PALOMBARA SABINA - CASTIGLIONE DI PALOMBARA: un tratto delle mura esterne


AMBIENTE E STORIA
L’ambiente che circonda questo sito è molto pittoresco: i Monti Lucretili costituiscono un PARCO NATURALE REGIONALE, su cui troneggia il Monte Gennaro ed il Monte Pellecchia, mete raggiungibili agevolmente da Palombara Sabina.
Nell’area in cui si trova Castiglione si sono rinvenute TRACCE DI ABITATI PROTOSTORICI ed è certo che al tempo dei romani qui si trovasse una villa (di cui, nel medioevo, si utilizzarono i resti in occasione della costruzione di questo insediamento). Lungo il sentiero in salita - dalla piazzuola di arrivo della strada carrabile fino all’ingresso del sito - sono visibili tracce di mura di aspetto megalitico, ma non è certo che si trattasse di antichissime fortificazioni o forse solo di robuste opere di contenimento dei terreni, a fini agricoli.
Castiglione di Palombara, chiamato anche - impropriamente - PALOMBARA VECCHIA, è un piccolo complesso fortificato (ABBANDONATO - non si sa bene perché - GIA' NEL '400). ESSA CONSERVA ABBASTANZA INTATTA LA SUA STRUTTURA MEDIOEVALE MA NON CI HA ANCORA RIVELATO TUTTA LA SUA STORIA, oggetto di indagine anche attraverso scavi ancora in corso. Castiglione di Palombara risulta essere un CASTRUM MEDIOEVALE costruito nel XII secolo ed abbandonato qualche secolo. La sua vita comunque durò poco perché già da cronache dei primi del XV secolo risulta che Castiglione di Palombara fosse un borgo abbandonato
Pur non avendo certezza sulle effettive ragioni per cui questo complesso fu realizzato, E' MOLTO PROBABILE CHE ESSO SIA STATO COSTRUITO PER DARE RIFUGIO ALLE GENTI DEL CONTADO all’avvicinarsi di minacce; comunque secondo alcuni studiosi da qui sarebbe stato possibile controllare il centro medioevale di Palombara ed il passo stradale dal Lazio alla Sabina, sebbene all’epoca non si disponesse di strumenti ottici di avvistamento né di artiglierie.
Un documento del 1276 attesta che tale Rinaldo di Palombara era proprietario di un fondo che comprendeva un Castrum Castillonis; alla fine del secolo il castrum viene trasferito in proprietà alla FAMIGLIA SAVELLI (proprio in quel tempo Giacomo Savelli era divenuto Papa col nome di Onorio IV). Anche la famiglia Savelli tenne il sito per pochi anni, vendendolo ai Della Valle che a loro volta lo ripassarono pochi anni dopo ai Savelli che lo tennero nei secoli successivi .

CASTIGLIONE DI PALOMBARA OGGI
Il sito si presenta costituito da una prima IMPONENTE CINTA MURARIA DOTATA DI MERLI ancora abbastanza intatta, che racchiude una seconda area fortificata - di un migliaio di mq - costituente la zona destinata alle attività (forse artigianali e agricole) e alle abitazioni.
Delle abitazioni non è rimasta alcuna consistente traccia ed in effetti una serie di indagini sono ancora in corso per accertare l’esatta struttura interna di questo complesso (oltre ad elementi storiografici più precisi). Nell’area di Castiglione si trova anche la PICCOLA CHIESA RURALE DI SAN MARTINO (frequentata fino al ‘600 inoltrato). LA VISITA A CASTIGLIONE DI PALOMBARA SI PRESENTA AGEVOLE E MOLTO INTERESSANTE data anche la sua particolare collocazione, all’interno di un pittoresco PARCO NATURALE (se ne consiglia quindi la visita in abbinamento con una escursione nel Parco: appuntamento a mezzo mail a centrovisita.palombara.sabina@parcolucretili.it.).


TRA GLI ALTRI LUOGHI DI INTERESSE, non lontani da Castiglione di Palombara si trovano il capoluogo comunale Palombara Sabina (piccolo centro medioevale e Castello Savelli), poco a Nord Nerola (Castello Orsini), verso Sud-Ovest San Polo dei Cavalieri (Castello Baronale) e, a Sud, l'area di Tivoli, con i resti urbani romani e medioevali di Tivoli Città (dove si trovano anche le Ville d'Este e Gregoriana) e la Villa Imperiale di Adriano ed il Masoleo dei Plauti al Ponte Lucano.




Per informazioni:
Percorrendo da Roma la SS 636, appena 500 m dopo il bivio di Palombara Sabina, marciando in direzione Moricone occorre imboccare una stradina (in ripida salita) che si trova sulla destra della SS stessa.
Subito dopo l’inizio di questa stradina, al primo bivio si svolta a destra quindi si prosegue in salita per poco più di un chilometro per poi (ad uno spiazzo) svoltare a sinistra e percorrere altri 600 m. circa giungendo alla base del complesso (dove occorre lasciare l’auto e proseguire su un impervio sentiero di duecento metri, fino all’ingresso del castrum). Il sito è liberamente visitabile (con cautela).
Info Pro-Loco Palombara 0774 635527 Parco Naturale Monti Lucretili 0774 425076


Apri Google Maps

2016  www.lazioturismo.it



Condividi Questa Pagina



AVVERTENZA: Lazioturismo.it, pur assicurando la massima cura nell'attivita di reperimento e presentazione delle informazioni, declina ogni responsabilita per eventuali omissioni o inesattezze dei dati e quindi per danni diretti od indiretti che da ciò derivassero.

 

  INDICE

  ELENCO DEI PAESI    

  CERCA    

  E-MAIL    
  
Copyright 2016 Lazioturismo.it / Linguaggio :